Marketing polisensoriale: cos’è e come funziona?

Marketing polisensoriale: cos’è e come funziona?

Sappiamo bene quanto i sensi siano responsabili dell’influenza dei processi di acquisto. 

Ciò accade soprattutto perché quando un cliente decide di comprare qualcosa, in realtà si aziona immediatamente il suo cervello emotivo, che è particolarmente attivato dalla stimolazione sensoriale, pertanto non solo la vista, ma anche il profumo quindi l’olfatto, il tatto e il gusto.

Sensory branding è il termine che appartiene alla disciplina della brand experience, designato per indicare l’esperienza d’uso del prodotto che comprende l’insieme delle emozioni, delle percezioni cognitive e naturalmente delle relazioni che vengono immediatamente attivate dai cinque sensi. 

L’acquisto, oggi, è diventato sostanzialmente un acquisto di piacere, di desiderio e non puramente di necessità. Se prima veniva coinvolta solo la vista nelle tecniche persuasive di marketing, ora vengono implicati anche gli altri sensi: l’olfatto, l’udito, il tatto e il gusto. 

Però, bisogna ricordare che non tutti i sensi agiscono allo stesso modo per attivare il coinvolgimento emotivo. 

La scelta dei colori e delle forme di un prodotto, ad esempio, durante la fase di progettazione di una campagna pubblicitaria, costituisce un fattore molto importante, fortemente determinante ai fini del successo. 

Vuoi sapere come impostare la tua strategia d’impresa basata sul marketing polisensoriale?

Lascia un commento