Abbracci “virtuali” al tempo di Covid

Abbracci “virtuali” al tempo di Covid

L’epidemia, oltre a segnare la nostre vite e le nostre abitudini comportamentali, ci ha rubato violentemente anche i riti legati alle tradizioni familiari, al piacere di condividere un pasto tra amici, una partita a calcetto e un’uscita tra colleghi.

Ma come sentirsi più vicino ad amici e parenti in tempi di Covid? Le videochiamate hanno rappresentato l’evoluzione digitale dell’incontro tradizionale: in ufficio, tra amici, e poi anche nel periodo natalizio. Se prima eravamo liberi di fare un giro in centro per scambiarci i regali con gli amici, oggi purtroppo non è più possibile in seguito alle normative anti-contagio dovute al diffondersi del virus Covid-19.

La tecnologia, pertanto, riveste un ruolo decisivo nella nostra società, specialmente in questo periodo storico, considerando il fatto che l’unico modo per poter vedere i nostri cari che vivono in un comune diverso dal nostro o all’estero è l’utilizzo di una videochiamata.

I tre punti chiave di questa nuova routine casalinga per mantenere vivi i rapporti sociali e sconfiggere la solitudine sono l’immediatezza, la semplicità e l’economicità.

Anche nei giorni più magici dell’anno, quelli legati al Natale, stiamo assistendo ad una nuova esplosione tecnologica all’interno delle nostre case che, oltre a bocca e orecchie, include anche gli occhi.

D’altronde, in tempi di crisi, il cambiamento è del tutto inevitabile.

Quest’anno, a Natale, accorcia le distanze con un “abbraccio virtuale”, in attesa di tornare a vivere di quello vero e confortante che arricchisce le nostre vite.

Auguri di Buon Natale!

Lascia un commento